loading
loading

I trucchi anti-spreco per frigo e dispensa

Tutti noi facciamo la spesa scegliendo i nostri prodotti preferiti, ma capita che parte del cibo poi finisca nella spazzatura, magari perché scaduto o perché qualcosa è andato storto nella conservazione. Ma per evitare lo spreco alimentare basta qualche piccolo trucco. Buttare via il cibo è un guaio per il nostro portafogli, ovviamente. Secondo uno studio dell’Università di Bologna in collaborazione con il ministero dell’Ambiente, in media il valore degli alimenti buttati via dalle famiglie italiane raggiunge i 196 euro all’anno, non proprio spiccioli.
Senza dimenticare che lo spreco alimentare è un problema a livello globale, come segnalato da organismi come la Fao. E ognuno di noi può fare la sua parte, per quanto piccola.
Come conservare al meglio i vari prodotti alimentari, dunque?

“First in, first out”, la regola base contro lo spreco

La prima regola, valida per tutti i cibi, si riassume con una sigla: FIFO. In inglese sta per “first in, first out”, vale a dire “quel che prima entra, prima esce”: bisogna consumare per primi gli alimenti comprati prima. Facile a dirsi, ma quando si ha poco tempo per sistemare la spesa – e succede praticamente a tutti – può capitare che in frigo e nella dispensa ci sia un po’ di “anarchia”.
Il trucco è riporre i cibi appena comprati dietro o sotto le confezioni che già abbiamo sugli scaffali, per avere sempre a portata di mano gli alimenti che scadono prima. Niente più vasetti di yogurt o formaggi freschi nascosti in fondo al ripiano del frigo e “ripescati” quando ormai sono scaduti, insomma.

Scadenze e dintorni

A proposito di scadenze, può essere utile un piccolo promemoria: la dicitura “Da consumare entro il” indica il limite oltre il quale il prodotto non deve essere consumato, per motivi igienico-sanitari. “Da consumarsi preferibilmente entro il” ci dice invece che oltre la data indicata possono essere cambiate alcune caratteristiche organolettiche, ma il prodotto si può comunque consumare senza rischi, ovviamente in tempi ragionevoli.

Come sistemare la dispensa

Per gli “alimenti stabili”, quelli che si possono tenere a temperatura ambiente, la conservazione è più facile e lo spreco dovrebbe essere già più raro. Per pasta, legumi secchi o in scatola, riso e così via, in pratica basta applicare la regola FIFO. Se la confezione originale non è richiudibile, conviene usare contenitori con chiusura ermetica. In questo caso, meglio applicare un cartellino con la data di scadenza, per sicurezza. Per chi ha fretta, su internet se ne trovano un’infinità pronti da scaricare e stampare.
Una buona abitudine generale è leggere sempre le indicazioni sull’etichetta. Alcuni prodotti infatti una volta aperti vanno messi in frigo e consumati entro un certo periodo di tempo, anche se da sigillati non ci sono particolari avvertenze di conservazione.

Organizzare il frigorifero

Per gli alimenti deperibili da tenere in frigorifero serve qualche accorgimento in più, si sa. Nella ristorazione e nelle imprese del settore alimentare viene applicato il sistema Haccp, da cui possiamo imparare una regola fondamentale anche in casa. È semplice: tenere sempre separati gli alimenti crudi e quelli cotti o pronti da consumare, riponendoli in ripiani diversi del frigo, per evitare eventuali contaminazioni.
Come distribuire i cibi all’interno del frigo? A meno di modelli particolari, in genere i ripiani più bassi sono i più freddi e vanno benissimo per carne e pesce. I ripiani centrali quelli e più in alto hanno la temperatura giusta per uova, latticini, cibi cotti e prodotti da tenere in frigo dopo l’apertura. Frutta e verdura vanno riposte nel cassetto apposito.

Occhio ai ripiani troppo carichi

Fare una bella scorta può essere comodo, sempre per le questioni di tempo e organizzazione familiare che tutti conosciamo. Bisogna stare attenti a non esagerare, però, specie con i prodotti deperibili. In un frigorifero stipato in ogni angolo, infatti, l’aria fredda non può circolare al meglio e si rischia di non ottenere la corretta temperatura. Risultato, non viene garantita la corretta conservazione dei vari alimenti.

Ricevi i nostri inviti agli eventi Esperienze di gusto.

Iscriviti alla newsletter

LE ROCCE S.R.L.
P.IVA 00890170145
T: +39 0342 210328
F: +39 0342 210328
lerocce@mottolini.it

POGGIRIDENTI
Via Stazione 1
da Lunedì a Sabato dalle 8 alle 20
Domenica dalle 8 alle 13

SONDRIO MERIZZI
Pazzale Merizzi
da Lunedì a Sabato dalle 8 alle 20
Domenica dalle 8 alle 13

SONDRIO DE SIMONI
Via De Simoni
da Lunedì a Sabato dalle 8 alle 20
Domenica chiuso

Seguici

© Le Rocce s.r.l. | Privacy Policy | Cookie Policy

designed by Pura Comunicazione

Le Rocce Market - Reparto macelleria - Sondrio / Poggiridenti

La macelleria

Tutti i giorni potrete trovare nel nostro banco macelleria una vasta selezione delle migliori carni.

 
Le Rocce Market - Enoteca - Sondrio / Poggiridenti

L'enoteca

I migliori vini valtellinesi e tante etichette italiane e francesi nell'Enoteca Le Rocce.

 
Le Rocce Market - Formaggi e gastronomia - Sondrio / Poggiridenti Le Rocce Market - Formaggi e gastronomia - Sondrio / Poggiridenti

Formaggi e Gastronomia

Un banco dedicato alle produzioni casearie dell'arco alpino e alle specialità italiane e non solo.

 
Le Rocce Market - Reparto ortofrutta - Sondrio / Poggiridenti Le Rocce Market - Reparto ortofrutta - Sondrio / Poggiridenti

Frutta e Verdura

Frutta e verdura fresche tutti i giorni, più le primizie degli agricoltori valtellinesi.

 
Le Rocce Market - La Panetteria - Sondrio / Poggiridenti

La panetteria

Pane sempre fresco, tutti i giorni, dai laboratori artigiani della zona.

 
 

Terre d'Italia

Con Terre d'Italia, tanti prodotti tipici della tradizione regionale.